"L'uomo che soffre ci appartiene" (GPII)

 



 

Iscriviti alla newsletter

captcha 

Notice: Undefined offset: 1 in /home/caritasc/public_html/templates/caritascrema3_responsiveok/library/Artx/Content/SingleArticle.php on line 95

Notice: Undefined offset: 1 in /home/caritasc/public_html/templates/caritascrema3_responsiveok/library/Artx/Content/Item.php on line 68

F.A.Q.

Quelle che seguono sono le domande incontrate finora e alle quali proviamo a dare risposta, di conseguenza è molto probabile che il seguente testo venga di volta in volta aggiornato e implementato. Il presente documento vuole essere una sorta di vademecum per gli operatori che appartengono alle microequipe e presentano i “Patti” all’interno della progettualità AlimentiAmo la Speranza. La struttura del documento è volutamente schematica, nella speranza che faciliti l’utilizzo.

Qual’è il ruolo e la funzione del tutor?

il tutor non deve essere vissuto come un controllore e nemmeno come una sorta di “pre-commissione”. Il tutor deve essere visto nell’ottica del suggerimento e dell’accompagnamento. Non è obbligatorio attivare il tutor ad ogni patto, anche se può essere utile il suo apporto nell’accompagnare il case manager nell’attivazione del territorio e nel lavorare in aderenza alle fondamenta progettuali di AlimentiAmo.

 

Quali sono i tempi e le modalità di presentazione dei patti?

  • I patti vanno presentati entro il giorno 10 di ciascun mese; la commissione si impegna a ritrovarsi e dare risposta al Case Manager entro il 25 del mese stesso.
  • E’ possibile effettuare delle spese di estrema urgenza (rischio di distacco utenze, riallaccio delle stesse, sfratto, pacco alimenti, ...) anche in tempi più brevi, previo accordo con il tutor e comunque successivamente alla consegna del patto.
  • I patti vanno inviati a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Solamente i patti inviati a questa mail saranno presi in considerazione.
  • Un componente della microequipe può partecipare alla commissione, senza diritto di voto, al fine di illustrare meglio il patto e poter rispondere puntualmente alle eventuali domande che la commissione vorrà porre.
  • La commissione può approvare o meno il patto, ma può anche approvare solamente alcune spese escludendone altre.

Quali sono le spese sicuramente ammissibili?

Qualora il patto fosse ritenuto idoneo dalla commissione, ci possono essere spese:

  • sicuramente ammissibili: Le spese sicuramente ammissibili sono le utenze, alimentari, mutuo/affitto, borse lavoro, riqualificazione professionale e i corsi di gestione delle economie domestiche.
  • potenzialmente ammissibili: Accanto a quelle sicuramente ammissibili ci possono essere spese, in minore misura, che non rientrano nelle categorie precedentemente elencate e che possono sostenere il “patto” nel percorso di fuoriuscita dal bisogno. Tutte queste spese sono a discrezione della commissione e devono essere tutte documentabili e solo in minima parte nella forma della liquidazione al beneficiario.
  • sicuramente non ammissibili: Esistono anche delle spese sicuramente non ammissibili e sono tutte quelle spese non legalmente documentabili.

Cosa succede una volta che il patto è stato approvato dalla commissione?

Una volta che la commissione approva il patto verrà inviato il verbale contenente l’eventuale richiesta di modifiche del patto stesso. Entro 15 giorni dal ricevimento del verbale, il case manager, ha l’onere di far pervenire il patto in originale, modificato (secondo le indicazioni della commissione) e firmato, presso la curia vescovile in Piazza Duomo 27 a Crema (dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.30). Da quel momento in poi il responsabile amministrativo avrà il dovere di contattare la Sig.ra Delorenzi Francesca (0373256274, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) presso la curia vescovile stessa, per iniziare ad effettuare le spese approvate nel patto depositato in precedenza. Il patto, una volta approvato dalla commissione ed eventualmente modificato, può essere anticipato mezzo mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. anche senza le firme (cha vanno comunque apposte sull’originale consegnato entro 15 giorni dall’approvazione) per poter iniziare ad effettuare le spese più urgenti approvate. Tutte le spese effettuate dovranno essere adeguatamente giustificate con pezze giustificative a norma di legge ed inserite nel file excel allegato al presente vademecum. Tale file excel andrà inviato ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. al termine del patto ai fini rendicontativi.

 

Per qualsiasi informazione dopo la presentazione del patto e prima del ricevimento del verbale è necessario utilizzare solo ed esclusivamente la mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /home/caritasc/public_html/modules/mod_cookiesaccept/mod_cookiesaccept.php on line 24

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

I Cookie sono porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell'erogazione del servizio .

Questo sito utilizza soltanto cookie tecnici, che hanno la funzione di permettere lo svolgimento di attività strettamente legate al suo funzionamento:

  • Cookie di navigazione, per mezzo dei quali si possono salvare le preferenze di navigazione e migliorare l'esperienza di navigazione dell'Utente;
  • Cookie analytics, che acquisiscono informazioni statistiche sulle modalità di navigazione degli Utenti. Tali informazioni sono trattate in forma aggregata ed anonima;
  • Cookie di funzionalità, anche di terze parti come Google, Facebook, Twitter , Youtube, utilizzati per attivare specifiche funzionalità di questo spazio online e necessari ad erogare il servizio o migliorarlo.

Questi cookie non necessitano del preventivo consenso dell'Utente per essere installati ed utilizzati. In ogni caso l'Utente ha la possibilità di rifiutare i cookies modificando le impostazioni del browser.

Per altre informazioni vai alla pagina informazioni legali di questo sito.

Vedi il provvedimento del Garante

Segui CaritasItaliana